Gli incontri delle eliminatorie del Campionato svizzero Elite di Thun

«Zurück

18.11.2019 10:33 Uhr
Jack Schmidli

Ieri, a Thun, atmosfera eccellente, combattimenti eccellenti e, come al solito, un evento molto ben organizzato dalla squadra di boxe Thun-Oberland - Queste sono le parole chiave delle partite di qualificazione dei Campionati svizzeri Elite 2019. In 22 duelli (l'anno scorso 25), 38 uomini e 6 donne hanno combattuto per la qualificazione per le semifinali che si terranno sabato prossimo a Martigny. Nahom Anday (Boxing Kings Bern), Jason Kuogo (BC Frauenfeld) e Attila Varga (NAB Frenkendorf) sono stati molto convincenti.

I campionati hanno registrato 50 uomini e non meno di 22 donne. Molti pugili parteciperanno al concorso sabato prossimo a Martigny.


Gli incontri in stile telegrafico

Frank Naef (Lausanne Boxing Institute) ha vinto il primo combattimento del pomeriggio contro Muhammed Temizer del BC Rheintal Au con 4: 1 voti espressi dai giudici. Naef ha anche vinto il secondo incontro categoria welter contro Hysen Perzhaku (BC Winterthur) ai punti e sarà in semifinale sabato prossimo. Nahom Andasy (Boxing Kings) è una promessa per il futuro. Nella classe di peso Bantam, non ha lasciato alcuna possibilità al suo avversario Sem Redai, anche lui dell'Eritrea, e lo ha battuto con l'interruzione dell'arbitro (RSC) nel secondo turno. Sorprendentemente, questa lotta è stato l'unico duello della giornata a essere interrotto prematuramente. Collins "The African Lion" Ojal, l'enorme peso super pesante del Glattbrugg Boxing Club, vuole difendere il titolo di campione vinto l'anno precedente in questi campionati. Ha sconfitto Stefan Rumpold, ex campione svizzero dei pesi massimi, in un combattimento leggermente "nodoso" per soli 3 : 2. Collins sarà sul ring il 30 novembre a Basilea per la prima volta come professionista. Il leader del "Robert Nicolet Trophy", Jason Kuogo, non ha deluso e battuto all'unanimità dei punti lo sperimentato Leopold Schwarzwald di Zurigo. Jason è senza dubbio un talento. Anche Christopher Mouafo (BC Biel) ha fatto una forte impressione. Ha sconfitto Adrian Garcia (Arnold BoxFit) con 5: 0. Come Jason, Christopher parteciperà alle semifinali di Welter sabato prossimo.

Mentre BC Martigny ospiterà le semifinali e le partite finali, il successo di Rameez Rahimi (vittoria 3: 2 su Brian Carodevilla del BC Winterthur) è particolarmente gratificante per il club. Tuttavia, sta aspettando un compito erculeo contro Christopher Mouafo. La veloce swinger Nadia Barriga (Boxing Team Basel), peso piuma, era confrontata a Natacha Baud-Grasset (BC Nyon). La campionessa svizzera 2015 e 2017 ha vinto all'unanimità in punti. Nei pesi leggeri, Pranvera Chappaz di BC Martigny (come Rameez Rahimi) è in semifinale. Ha ottenuto una sorprendente vittoria contro la campionessa svizzera del 2015, Sara-Joy Rae (BT Basilea), con un punteggio estremamente stretto di 3: 2. Un altro successo per la squadra di boxe di Basilea nel peso leggero welter. Tina Asmussen ha chiaramente vinto punti contro Ana Marija Milisic (BC Circle 9). Molti spettacoli sono stati offerti al pubblico. Ilyas Ivgen (BR Baden), che è entrato sul ring per la 50esima volta e Stefan Waldner (Boxing-Kings). Nel quarto di finale, Max Schwendimann del BC Basel, allenato da Angelo Gallina, ha conquistato la vittoria ai punti contro Slavko Krzaric (Scorpion Gym Schaffhausen).

Dopo la seconda pausa, il terzo incontro tra i pesi welter è stato il momento clou della boxe pomeridiana. Con una prestazione superiore il pugile di Kriens Attila Varga (NAB Frenkendorf) ha battuto all'unanimità il suo altrettanto esperto avversario Yves Tazi di Ginevra, ai punti. Ciò che Attila stava proponendo sul ring era il massimo del divertimento: colpi veloci, attacchi d'assalto, gambe agili, trucchi e finte, nonché un avvincente lavoro di difesa facevano parte del suo repertorio. Nel quarto incontro, fino a 69 kg, Francesco Licchetta del BC Rheintal Au ha proposto una buona prestazione. Dopo il primo round di Jones Anday (Boxing Kings) nella burrascosa e non ortodossa lotta, il vento è passato dal secondo round e Licchetta, che dimostrando il suo talento di pugile, ha vinto magnificamente il secondo e il terzo round. Una prestazione mediocre - anche dal punto di vista del direttore sportivo Matthias Luchsinger - è stata proposta dal campione svizzero dei pesi medi del 2017, Angel "Floyd" Roque. Contro Alex Sträuli (BC Glattbrugg) non è riuscito a mostrare il meglio delle sue capacità. Tuttavia, Angel ha vinto l'unanimità con 5: 0 voti dei giudici. Henry Saliku-Biembe (NAB), 38 anni, ha probabilmente avuto giorni migliori. Ma contro Banjamin Claude (BC Versoix), campione svizzero del 2016, è bastato per garantire la vittoria. Con Roque e Mika Reichen (il Basilese ha vinto la partita contro Fuat Zenuni, BS Gebenstorf, è stato unanime in punti), sarà in semifinale sabato prossimo. Nei pesi massimi leggeri, fino a 81 chilogrammi, hanno vinto il loro combattimento Mathieu Heizmann (United Boxing) e Antoine Fevre (BC Genevois) contro Levin Türkum (BC Kreis 9) e Mahmut Yilmaz (KSSB Boxing) e saranno sabato prossimo a Martigny anche in le semifinali.

Jonas Kaspar Marti (BA Berna) ha fatto una rimonta notevole dopo un’assenza dal ring di 4 anni e il suo ritorno lo scorso giugno, contro Felix Montano (BC Locarno). Tutti i giudici hanno votato per Marti. Anche il campione in carica Jordan Biloa (Scoripion Gym) e Mark Tinay del club di boxe di Berna, hanno combattuto i pesi massimi, fino a 91 chilogrammi. Sebbene Tinaj abbia dato tutto, ha dovuto lasciare la vittoria a Biloa. Il giovane bernese Fabio Buffolino, campione svizzero tedesco / ticinese e campione svizzero junior nel 2019, si batterà anche per il titolo dei pesi massimi sabato prossimo. La semifinale è senza prestazione di pugile - il suo avversario non si è presentato (WO).

Traduzione: Franca Roncoroni

Foto

Semifinali