Campionati svizzeri Elite 2019.

«Zurück

25.11.2019 13:26 Uhr
Jack Schmidli

I campionati svizzeri Elite 2019 sono già nella storia. Domenica, à Martigny, 14 incontri erano in programma, tra cui due combattimenti non per il titolo, perché per l'assegnazione del titolo di campione, almeno tre pugili devono partecipare al campionato. Abbiamo avuto delle belle sorprese nelle semifinali e nelle finali di oggi. Il Team Campione è stato il NAB Frenkendorf. I candidati di Basilea hanno vinto il trofeo del Championship Club al posto del Glattbrugg Box Club, che è stato premiato lo scorso anno.

Sabato sera, dopo le semifinali, anche Martigny era in finale. Tutti i favoriti hanno potuto affermarsi con più o meno fiducia. Le lotte di Angelo Pena (ha chiaramente battuto i punti dell'esperto eroe locale Julien Baillifard), Jason Kuogo (non ha lasciato alcuna possibilità al veterano Frank Naef di Losanna), Attila Varga (in una lotta relativamente alta, ha sconfitto il potente pugile del Rheintal Francesco Licchetta), Fabio Buffolino (l'unico campione di 18 anni, ha sconfitto  Jordan Biloa di Sciaffusa, ma sfortunatamente non ha potuto combattere per problemi di salute, la lotta del giorno successivo, motivo per cui Biloa è stato ammesso alle finali), così come Collins "Il leone africano" Ojal, che ha dimostrato contro Hansen Ewene di Winterthur che aveva molta resistenza nei pugni, facendo fermare la lotta da parte del arbitro alla seconda ripresa(RSC). "Il leone africano" giocherà la sua prima lotta professionale contro il serbo Aleksandar Radivojevic a Basilea sabato prossimo.

Gli incontri in stile telegrafico

Ana Cardoso (BC Berna) ha superato Romiel Sommer (BS Gebenstorf) con un punteggio di 5 : 0. Tuttavia, il titolo non ha potuto essere assegnato a causa del regolamento di cui sopra (solo due pugili erano all'inizio).

Il pugilato sicuro e visibilmente penetrante di Nadia Barriga (Box Team Basel), che aveva vinto una settimana fa a Thun contro la forte Natasha Baud-Grasset, affrontando Eliana Pileggi, la campionessa dell'EM e della Coppa del mondo, secondo gli osservatori, ha ottenuto una vittoria più o meno controversa (3: 2). Comunque, è innegabile che la piccola Eliana possa sviluppare meglio il suo potenziale nella categoria di peso tradizionale, i pesi Bantam (51 kg). 

Sem "Sämi" Redai del BC Winterthur ha sorpreso. Dopo la sua prima sconfitta di RSC a Thun contro Nahom Anday (Boxing Kings), ha sconfitto lo stesso avversario domenica all'unanimità in punti. Questo secondo incontro ha avuto luogo perché solo tre pugili erano inizialmente pesi gallo. 

Uno dei momenti salienti è stata la battaglia tra il talentuoso pugile Boxing-King Angel Pena e il membro del team SwissBoxing Tiago Pugno (NAB). Entrambi i pugili hanno combattuto duramente per la vittoria. Anche se Tiago è stato anche in grado di convincere con buone azioni, alla fine del combattimento, Angelo ha vinto la partita all'unanimità con 5: 0.

Il BC Martigny, che ha organizzato i campionati d'élite in modo molto professionale e con la massima soddisfazione del presidente di SwissBoxing Andreas Anderegg, ha vinto una medaglia d'oro con la sua pugile Pranvera Chappaz, del BC Martigny, nei pesi leggeri contro Laurène Rochat (FD Boxing).
Tina Asmussen
(BT Basel) si è qualificata per la finale oggi con la sua vittoria a Thun contro Ana Milisic (BS Freis 9). Dato che la sua avversaria ha dovuto dichiarare forfait a causa di una malattia, Tina ha vinto il titolo di campionato welter senza combattere. Sandra Brügger, che ha partecipato attivamente a tutto ciò che è accaduto in Svizzera negli ultimi anni, ha già vinto il suo decimo titolo svizzero con la sua vittoria categoria welter contro la strategica bernese Marina Binggeli. Senza il titolo anche, fu la lotta tra lucernese Anna Jenni e Stefania Rohrer (NAB), che Stefania ha vinto con un voto di 4: 1.

Ci si potrebbe interrogare sulla partita dei pesi medi tra Angel "Floyd" Roque (BC Zurigo) e Herry Saliku-Biembe (NAB). Dopo due battaglie perse contro Roque, domenica pomeriggio Saliku ha finalmente voluto vincere la sua prima vittoria contro il pugile della Repubblica Dominicana. Di conseguenza, ha attaccato il combattimento con molta concentrazione. Ma contro questo talentuoso atleta, oggi Roque non era all'altezza. Con un veloce gioco di gambe, Angel fuggì dagli attacchi dell'Africano e vinse il terzo duello con un chiaro verdetto. Senza troppi sforzi, il pugile di Locarno Georgi Svechev ha vinto il titolo di campione dei pesi massimi leggeri contro Antoine Fèvre (BC Genevois). I giudici lo hanno riconosciuto come il vincitore con un punteggio di 5: 0. La vittoria del peso lordo Jonas Marti (Bern Boxing Academy) contro il campione dell'anno precedente, Jordan Biloa (Scorpion Gym Schaffhausen) è stata in qualche modo sorprendente. Dopo quattro anni di astinenza dal ring lo scorso giugno a Wil, Wili ha celebrato un ritorno di successo. Il fatto che solo cinque mesi dopo, a sua volta sostituisca il campione svizzero 2018, avrebbe dato una possibilità al bernese.

Nell'ultimo combattimento del pomeriggio, il duello dei pesi massimi tra Collins "The African Lion" Ojal (BC Glattbrugg) e Marc Delley (United Boxing) ha rapidamente rivelato chi avrebbe vinto il prestigioso titolo di campione svizzero. Dopo due conteggi al primo turno, l'arbitro Pierre-Alain Schneeberger interruppe il combattimento e tirò fuori lo sfinito Delley dal combattimento.

Risultati

Le foto vengono ancora pubblicate oggi

Traduzione: Franca Roncoroni