„Torneo Guanto d’oro “. Il rapporto

«Zurück

05.10.2020 16:02 Uhr
Jack Schmidli (Traduzione: Franca Roncoroni)

Foto (per Handy): Jack Schmidli

Questo fine settimana a Locarno si è svolto per la quarta volta il "Torneo Guanto d’oro" organizzato da Americo Fernandes. Dopo 70 iscrizioni allo stesso torneo nel 2017, quest'anno erano già 106. Il tecnico della Nazionale Federico Beresini, che ha lavorato come "scout" per entrambi i giorni, è stato contento di alcuni giovani pugili di talento. Oggi pomeriggio, la squadra vincitrice e vincitrice dello splendido guanto d'oro è stata il Boxing Club Genevois.

Si sentivano i pugili, i loro allenatori e assistenti molto felici di poter finalmente, dopo mesi, assaporare nuovamente il "profumo del ring". In entrambi i giorni, la folla impressionante di spettatori, nonostante le misure igieniche molto rigorose, ha assicurato un'atmosfera eccellente.

L'ultimo giorno delle finali, in programma c'erano 8 combattimenti Elite uomini, 3 combattimenti Elite donne e 8 combattimenti Juniors.

Qualche incontro in stile telegrafico:

Nella categoria dei pesi piuma fino a 57 chilogrammi, il talentuoso Marwan Maslard di Losanna ha tenuto fede al suo ruolo di favorito. Ha battuto l'inesperto avversario Mohammad Qadri (BC Riazzino) che ha abbandonato al 3 ° round. Il pubblico è rimasto sbalordito dal sedicenne Elias Peisker (BC Bienne). Nella sua unica seconda competizione, il talentuoso leggero non ha lasciato fortuna al suo avversario Moreno Jüni (BK Boxring Berna). Contro il fortissimo Jonathan Amato (CP Carouge), Félix Meier, doppio campione svizzero e anche junior speranzoso, ha dovuto mettere insieme tutte le sue capacità per lasciare finalmente il ring come il meritato vincitore della lotta welter. Il peso medio leggero di Lucerna Marhu Kamanga ha fornito la sorpresa della giornata. Nel solo secondo incontro, ha battuto chiaramente a punti Jérôme Haller dalla Svizzera orientale (SR St. Gallen, 22 incontri, campione cadetto 2018). Parole di elogio anche per Marhu, il tecnico della Nazionale Federico Beresini, noto come insegnante di sport molto esigente: “Il ragazzo ha talento. Interpreta la boxe - colpire e non essere colpiti - sorprendentemente bene”.

Una dura lotta contesa da Souhil Khiat (BC Genevois) e Sathuryan Sivachelvam (BC Glattbrugg) nella categoria welter leggeri. Souhil è anche visto come portatore di speranza. Il due volte campione svizzero di lingua francese e campione svizzero juniores ha vinto a punti contro Sathuryan grazie a un piazzamento solido. Gerogi Svechev del Box-Club Locarno, tre volte campione svizzero nella categoria junior e campione svizzero in carica Elite, ha mostrato tutte le sue abilità contro Matteo Montorsi (BC Riazzino) nella categoria dei pesi massimi leggeri. Nonostante Matteo abbia mostrato un’enorme forza di volontà con molta resistenza ha dovuto lasciare l'anello perdendo. Il due volte campione svizzero Jordan Biloa (Scorpion Boxing Schaffhausen) é stato facilitato contro Korab Misini (CP Carouge). L'arbitro ha dovuto eliminare il Romando dal combattimento nel primo turno dell'ultimo incontro del torneo.

L’allenatore capo del BC Locarno, Americo Fernandes, è stato autorizzato ad assegnare i seguenti riconoscimenti dopo la decisione della giuria:

Miglior pugile Junior: Marhu Kamanga, BC Luzern,

Migliore pugile donna Elite: Anna Jenni, BC Luzern,

Miglior pugile uomo Elite: Georgi Svechev, BC Locarno,

Ha pure ricevuto un trofeo d’onore: Marwan Maslard, Club Lausannois de boxe.

Club con più titoli e vincitore des « Guanto d’oro » : Boxing Club Genevois con il suo allenatore Samir Hotic.

Sponsoren

Partner