Un saluto dal Presidente

«Zurück

11.07.2021 22:04 Uhr
Andreas Anderegg (Traduction: Franca Roncoroni)

Cari membri della famiglia di SwissBoxing,

La grande “liberazione” è arrivata il 23 giugno, quando il 26 giugno il Consiglio federale ha annunciato la quinta tappa di apertura. Ora, con un certificato, chiunque può praticare nuovamente il pugilato e sono consentiti grandi eventi senza restrizioni di capacità e numero di persone. Ciò significa che il corsetto attillato che ha ridotto la vita atletica da metà marzo dello scorso anno e talvolta lo ha completamente paralizzato è stato ampiamente riaperto. Tuttavia, c'è poco da riportare in termini di volume sui primi sei mesi del 2021 dal punto di vista sportivo, ma il poco è tanto più prezioso.

Perché quello che i nostri giovani pugili hanno mostrato al torneo AIBA di Usti, in Ungheria a maggio, va notato con cinque medaglie: 1 x oro (Adam Messibah), 2 x argento (Jimmy Beckert e Marwan Maslard) e 2 x bronzo (Félix Meier e Angela De Felice). Sebbene alcune delle nazioni più forti non abbiano partecipato a Usti, ciò non toglie nulla al successo della delegazione svizzera. Al contrario - questo successo dei nostri giovani nell'Europa dell'Est conferma l'ottimo lavoro svolto dalla nostra direzione sportiva - Christina Nigg (responsabile dello sport agonistico) e il tecnico nazionale Federico Beresini. Questo è tanto più importante in quanto un buon lavoro giovanile pone le basi per ulteriori successi a livello internazionale tra l'élite.

A livello nazionale, solo pochi eventi si sono svolti nella prima metà del 2021 - solo professionisti e giovani pugili fino a 20 anni potevano combattere - ma per lo più senza spettatori. A livello internazionale, il torneo di qualificazione olimpica è proseguito a Parigi all'inizio di giugno, annullato a Londra nel marzo dello scorso anno a causa della Corona. I nostri due svizzeri Angel Roque (medio) e Uke Smajli (medio-massino), rimasti in gara, sono stati purtroppo eliminati al primo incontro.

Lo sviluppo delle nostre strutture con formazione di base è particolarmente gratificante a livello nazionale. Grazie al prezioso sostegno dei club e alla grande volontà di tutti i soggetti coinvolti di lavorare insieme, qui sono emerse enormi potenzialità, il cui utilizzo farà progredire la boxe svizzera - il Consiglio di associazione ne è convinto. 

Inoltre, durante la graduale eliminazione delle restrizioni dovute dal Corona, è stata creata l'opportunità di incontri di boxe nelle palestre - eventi con poco sforzo - e la commissione sportiva ha lanciato la SwissBoxing Challenge "Keep Punching". Al massimo l'una o l'altra proseguirà anche dopo il Corona (in forma opportuna). Gli incontri nelle palestre, in particolare, hanno mostrato un modo semplice in cui i pugili possono acquisire un'esperienza più competitiva.

Inoltre, il consiglio dell'associazione è consapevole della difficile situazione per atleti e club che è stata innescata dal virus corona. Pertanto, come già comunicato, si attiene alle misure di sostegno. In questo contesto, speriamo di poter tornare quanto prima alla normalità con tutti voi.

Diverse priorità sono già state stabilite per i prossimi mesi. Così si svolgono i campionati juniores e i campionati svizzeri di boxe olimpica. Inoltre, speriamo di poter accogliere il maggior numero possibile di club all'incontro dei delegati il ​​16 ottobre presso la Maison des Sports a Ittigen / Berna.

In conclusione, vorrei ringraziarvi a nome del Consiglio di associazione per la vostra perseveranza e sostegno in questo momento difficile. Attendiamo con impazienza una bella riuscita per la seconda metà del 2021 e vi auguriamo ogni successo - e restate in salute!


Amicalmente

Andreas Anderegg

Presidente SwissBoxing

 

Sponsoren

Partner